PROFUMO DI HAMMAM


Vai ai contenuti

un p˛ di storia


"Nei paesi del bacino mediterraneo, l'hammam Ŕ una pratica diffusissima, anche tra le classi sociali meno abbienti. E' un luogo di purificazione e incontro, soprattutto per le donne che ci vanno periodicamente, spesso accompagnate dai bambini. Nell'antichitÓ, il prestigio di una cittÓ si misurava con il numero dei suoi hammam; migliaia a Bagdad nel X secolo, cento a Damasco due secoli dopo, ottocento a Cordoba con la dominazione araba. Ma non si pensi che sia una cultura tanto lontana da noi, basta pensare alla tradizione delle terme romane dell'antica Grecia....

"UNA CITTA' NON E' COMPLETA SE NON HA IL SUO HAMMAM "
Sherazade ne "La mille e una notte"

il percorso hammam

Il caldo umido stimola la sudorazione e quindi l'espulsione delle tossine, aiutando anche la disintossicazione di fegato e reni.
Il vapore ha una funzione importante sulla pelle, dilata i pori e rimuove in profonditÓ le impuritÓ preparando l'epidermide al peeling successivo la pelle si rinnova, torna morbida, elastica e lucente.
Il vapore fa bene anche alle vie respiratorie, libera da ostruzioni e previene sinusiti e raffreddori.
Il passaggio graduale da ambienti freddi a quelli caldi e viceversa, tonifica i muscoli e riattiva la circolazione sanguigna.
Il bagno turco aumenta l'efficacia dei trattamenti successivi di bellezza perchŔ i pori dilatati e la pelle pulita permettono a creme oli e maschere di penetrare in profonditÓ.
Il caldo contatto con l'acqua, la presenza di persone che si prendono cura di noi, rilassa, scarica lo stress, le fatiche ed i pensieri assillanti.
Recarsi all'hammam aiuta a scacciare inibizioni e tab¨, confronti ed antagonismi. Qui ci si sveste completamente non solo dei propri vestiti ma anche della soggezione legata all'esibizione del proprio corpo secondo dei canoni estetici di perfezione.




Torna ai contenuti | Torna al menu